Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nicole Minetti, la bella che sta diventando mostruosa

Siamo rimasti tutti impressionati dalla giunonica comparsa, ormai anni fa, di Nicole Minetti. Però quella bellezza che è diventata un fatto pubblico, sempre e troppo in prima pagina sul sito del Corriere e in copertina su Gq, appare sempre più decadente.
Non si tratta qui di ridiscutere delle notti di Arcore, né della candidatura dell'igienista dentale nel listino di Formigoni per il Consiglio regionale lombardo, né della sua presunta trattativa per dimettersi ora in cambio di chissà quale contropartita, né della personalità probabilmente complessa e sottovalutata del consigliere Minetti. Ma semplicemente di rigettare l'idea che ella sia bella da vedere. Per alcuni evidentemente la più bella, tanto viene impaginata e di conseguenza cliccata. Minetti non è il massimo perché tale magari era per Berlusconi. Diventa dea tra le dee, Giunone appunto, solo in un mondo capovolto.
C'è veramente una scarsità di fantasia da denunciare, se Minetti continua un giorno sì e uno no a figurare tra le foto estive delle homepage del Corriere o di altri giornali. Le ultime la ritraggono in Sardegna, e casualmente appaiono sul sito de La Stampa. Guardatele e poi pensate: è vera bellezza? O non c'è qualcosa di troppo pesante, di grossolano, di eccessivo, di contrario alla sincerità, di problematico per lei stessa. Non scorgete qualcosa che non torna, che non accontenta Minetti stessa e probabilmente chi la potrebbe frequentare? Noi sì, anche perché l'abbiamo vista per strada a Milano e se una prima volta di sera, vestita di bianco, ci aveva fatto un certo effetto, ultimamente, di giorno, in via della Spiga dove evidentemente fa spesso avanti e indietro, ci è sembrata imbruttita, troppo abbronzata fino alla rovina e lontana dalla felicità. Ci è dispiaciuto, perché anche lei dev'essere stata – e certamente può tornare – una ragazza come tante altre. Spensierata, semplice, libera. Insomma, davvero bella. Smettiamo di pubblicarla e di guardarla, faremo del bene al nostro gusto e pure a lei.

twitter @rigatells