Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Le anguille del Sacro Gra

Il documentario Sacro Gra di Gianfranco Rosi, vincitore del
Leone d’oro a Venezia, ha due grandi pregi. L’idea di raccontare vite e luoghi
sconosciuti appena fuori dalla tangenziale di Roma. E il titolo che mischia il
sacro col Grande raccordo anulare (Gra). Per quel che ci riguarda il genio
finisce qui, ma non è poco.
Un diligente documentario accompagna poi lo spettatore
nelle vite stralunate di alcuni personaggi più da strano ma vero che da
approfondimento reale. L’unica inquadratura stupefacente è su una chiesa
decontestualizzata rispetto al quartiere. E il solo personaggio che porta un
tema vero e proprio è il pescatore di anguille del Tevere, ora mischiate con altre razze.

twitter @rigatells